Tecniche infoltimento capelli

Hai finalmente deciso di sottoporti al tanto desiderato trapianto. Ma ora cosa fare? Quali sono le migliori tecniche per l’infoltimento dei capelli?

Quali sono le tecniche per l’infoltimento dei capelli?

La perdita di capelli è connessa con l’età ed è un fenomeno naturale, soprattutto per l’uomo. La calvizie risulta infatti uno dei principali attacchi alla propria immagine. La correzione di queste imperfezioni incide fortemente sulla propria autostima e sul proprio benessere nelle relazioni con gli altri. Il trapianto di capelli è, con le moderne tecniche, la soluzione più elegante e sicura per risolvere definitivamente il problema della perdita dei capelli. Sono numerose le tecniche utilizzate per risolvere il problema. Scopriamo insieme quali sono le più indicate e le differenze.

L’autotrapianto di capelli

Il Microautotrapianto è un trapianto di capelli propri, immuni da calvizie, in zone che, invece, per fattori ormonali e genetici, ne sono affette. L’utilizzo di capelli “donati” dallo stesso individuo esclude, a priori, qualsiasi rischio di rigetto. Peraltro, Dr.Urtis Clinic ha deciso, dopo anni di valutazioni, di promuovere solamente due diverse metodologie di trapianto di capelli, rapide, sicure ed in grado di restituirti capelli tuoi per tutta la vita, con risultati naturali.

Tecnica infoltimento capelli “no strip”

Per chi ha bisogno di ritocchi, reinfoltimenti graduali, cosi che nessuno se ne accorga, ed è in uno stadio iniziale della calvizie, un’equipe specializzata di Dr.Urtisclinic effettua, tra le uniche in Italia, il trapianto no-strip: una tecnica innovativa di autotrapianto non invasivo. Grazie ad appositi microbisturi estrattori, non si effettua nessuna cicatrice per il prelievo dei capelli e si provvede all’inserimento diretto utilizzando i più sottili e precisi micro-impiantatori realizzati appositamente per la procedura. Basta cicatrici permanenti nella zona donatrice ed innesti imprecisi. Il collocamento dei nuovi capelli trapiantati avviene con assoluta precisione per un risultato che ricrea artisticamente la naturalezza

Autotrapianto di capelli vitruviano FUE

Per chi è invece in uno stadio più avanzato della calvizie, si privilegia la tecnica dei microinnesti-FUT (Follicolar Unit Transplantation) o metodo Vitruviano FUE, nella quale il capello viene espiantato con un “cubetto” di cuoio capelluto, una piccola “zolla” di cute donatrice, che favorisce l’attecchimento del follicolo, la “radice” trasferita”, senza dividere i bulbi collegati tra di loro: con la tecnica dei microinnesti, l’intervento è garanzia sicura di rinfoltimento. Gli innesti inoltre non sono “scheletrizzati” come nei normali trapianti, cioè, quando si selezionano i bulbi, si lascia attorno a essi una ragionevole quantità di tessuto peribulbare che rafforza la vitalità dell’innesto stesso (questo non avviene nel trapianto classico).

Risultati dopo un autotrapianto di capelli

Grazie a queste nuove tecniche esclusive, è possibile programmare un reinfoltimento del cuoio capelluto personalizzato (quindi anche per le donne che soffrono di diradamento e/o problemi ormonali), che tenga conto delle tue caratteristiche individuali (età, sesso, conformazione del viso, personalità…).

I risultati sono veramente naturali: recuperi capelli tuoi, che crescono naturalmente, anche nelle zone precedentemente affette da calvizie. Una volta trapiantati nella zona calva, i capelli trapiantati non si assottigliano più, perché non sono sensibili agli ormoni, e non sono quindi colpiti dalla calvizie; i capelli trapiantati si comportano come capelli normali e si rinnovano periodicamente.

Quando sottoporsi all’infoltimento dei capelli?

Dr.Urtis Clinic ti consiglia la procedura di infoltimento di capelli, nei seguenti casi

  • calvizie e alopecia androgenetica
  • desiderio di correggere forti stempiature, o la chierica
  • diradamento di capelli
  • fronte troppo alta o arretramento dell’attaccatura
  • cute visibile sotto i capelli
  • effetto “bambola” di precedenti operazioni chirurgiche, o cicatrici.

L’intervento è sconsigliato fino ai 18/20 anni, poiché la calvizie non ha ancora completato la propria progressione.

Nei soggetti predisposti alla calvizie, lo si consiglia, invece, anche in forma preventiva di una calvizie totale, per allontanare, attraverso progressivi rinfoltimenti programmati, l’età nella quale la propria immagine sia definitivamente connotata dalla testa calva. In particolare, in questo caso, risulta consigliabile la tecnica no-strip, con impianto diretto e mini-invasivo di capelli.

Quanto dura l’intervento di auto-trapianto dei capelli?

L’intervento avviene in anestesia locale e dura da 2 ore a 4 ore.
In taluni casi, si prevedono mega sessioni superiori alle 4 ore, ma, per garantire la migliore resa estetica ed il comfort operatorio, suggeriamo di rimanere sulle durate standard.
A differenza di altri interventi, con il trapianto di capelli, è meglio effettuare altre sedute ogni 6 mesi (sia per valutare il naturale evolversi delle zone sottoposte a calvizie, che per garantire un’immagine più naturale del richiedente).

Post trapianto, periodo di guarigione

L’immediato post dell’autotrapianto di capelli non è doloroso, si registrano solo effetti di indolenzimento. Nei 2-3 giorni successivi sarà presente un certo grado di gonfiore alla fronte ed alle palpebre, che gradualmente scenderà in basso alle guance, per scomparire nel giro di 7 giorni. Dopo circa 10 giorni, viene rimossa la sutura nell’area donatrice. Nel frattempo, si possono già lavare i capelli 1-2 volte alla settimana. Durante questo periodo, sono comunque da evitare sport od attività che potrebbero, con un urto alla testa, nuocere all’attecchimento dei bulbi.

Le croste dopo l’intervento ai capelli

Dopo l’intervento si formano delle piccole croste in corrispondenza degli innesti. Esse cadono in 20 giorni, così come i capelli trapiantati. Ciò non deve comunque destare preoccupazione perché si tratta di una normale reazione fisiologica, entro 3 mesi il follicolo ricomincerà il suo normale ciclo di vita, che sarà permanente e durerà per tutta la vita del soggetto. Una volta trapiantati nella zona calva, i capelli trapiantati non si assottigliano più, perché non sono sensibili agli ormoni, e non sono quindi colpiti dalla calvizie; i capelli trapiantati si comportano come capelli normali e si rinnovano periodicamente.

Guarda le nostre video testimonianze! >>

Una volta finito l’intervento, consigliamo terapie con prodotti dedicati della linea Dr. Urtis Medical Cosmetics

Cosa aspetti? Scrivici o chiamaci per maggiori informazioni. Vieni a trovarci nella nostra clinica di Milano o di Roma!